Gravidanze con donazione di ovuli

La donazione di ovuli è un metodo utilizzato dalle coppie che cercano di concepire . Questo metodo basato sul tasso di gravidanza, è il  più efficace trattamento per la gravidanza. Le donne che hanno poca o nessuna possibilità di avere una gravidanza hanno la possibilità di averla grazie a questo metodo.
La donna che dona ovuli è chiamata  donatore. Il donatore dovrebbe avere caratteristiche fisiche simili alla madre. Allo stesso modo, i loro gruppi sanguigni devono corrispondere e il donatore non dovrebbe avere problemi di salute. Il processo di trasferimento è lo stesso usato nel trattamento di fecondazione in vitro. La maggior parte delle volte, le madri che incontrano difficoltà nella produzione di ovuli durante il trattamento FIVET aumentano le loro probabilità di concepimento tramite la donazione di ovuli.
Nella donazione di ovuli, il periodo di gravidanza è monitorato attraverso fasi specifiche. E ‘ più facile per gli ovuli raccolti da un donatore più giovane mantenersi l’utero. Quando tre embrioni vengono trasferiti, le probabilità di rimanere incinta sono dell’80%. Durante la donazione avviene, il battito cardiaco dell’embrione viene monitorato. Quandoi il battito cardiaco dell’embrione può essere ascoltato, la possibilità di aborto spontaneo è solo del 6%.
Nelle gravidanze con donazione di ovuli, il parto cesareo viene preferito. Non vi è alcuna necessità di un trattamento speciale per i neonati. Tuttavia, va notato che, nonostante le alte percentuali di successo, c’è sempre la possibilità di un non concepimento con donazione di ovociti .
La donazione di ovuli porta speranza alle donne che non possono concepire a causa di problemi di salute. Le donne che entrano in menopausa non producono più ovuli, quindi non possono concepire. Geneticamente, gli ovuli di bassa qualità e ad alto FSH sono tra i motivi del mancato concepimento. Le donne di età superiore ai 45 anni che cercano di rimanere incinta possono usare la donazione di ovuli. La chemioterapia e la radioterapia utilizzate nel trattamento del cancro possono causare danni nelle ovaie. In alcune donne, le cellule ovariche possono non essere adatte concepire.
La condizione più comune nelle donne che scelgono la donazione di ovociti è l’ alto livello di FSH. Molte donne non possono concepire a causa di alti livelli di FSH. Un supporto  a base di erbe è inoltre disponibile. L’utilizzo di farmaci per abbassare i livelli di FSH è inoltre disponibile. Anche se alcune donne riescono a ridurre i livelli di FSH attraverso questi metodi, alcune non osservano alcun miglioramento. In tutti i casi, l’ ovodonazione sarà il modo migliore di procedere. Tuttavia va notato che è impossibile invertire il deterioramento delle riserve ovariche.
Al momento della preparazione del donatore, gli embrioni vengono trasferiti nell’utero del destinatario. Mentre si raccolgono gli ovuli,è necessario sottoporsi ad una breve anestesia. Tuttavia, durante il trasferimento non vi è alcuna necessità di anestesia. Il trasferimento è facile come un test di striscio.
Articoli Recenti

Gravidanze con donazione di sperma

La donazione di seme dovrebbe essere effettuata in quei casi in cui la gravidanza non può essereportata a termine con losperma del partner maschile o nei casi in cui vi sono rischi per la salute.

Leggi di più

Cosa è la donazione di ovuli?

In quei casi in cui le probabilità di gravidanza sono inesistenti o dove esistono anomalie genetiche, la donazione di ovociti è il metodo di trattamento maggiormente raccomandato.

Leggi di più

Forum Donazione di Ovuli

Spieghiamo, la donazione di ovuli. Questo trattamento viene utilizzato quando le donne non possono avere una gravidanza a causa di alcuni problemi di salute o per via di malattie ereditarie che riguardano le loro ovaie.

Leggi di più

Azoospermia

Scopri di più riguardo la Azoospermia e la infertilità maschile. Informati su metodi di estrazione testicolare chirurgica come il micro-TESE.

Leggi di più

Hai trovato utile questa info? Condividila!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest